Seguici e condividi:

Eroica Fenice

invenzioni strane

Invenzioni strane: le 5 più bizzarre che devi assolutamente conoscere

Invenzioni strane e più bizzarre, la nostra top 5.

La specie umana è sempre stata alla ricerca di innovazioni che potessero migliorare e semplificare l’esperienza di vita.

Nel corso degli anni menti brillanti si sono avvicendate nel mettere a punto invenzioni geniali – che tuttora utilizziamo quotidianamente – e altre fin troppo bizzarre che sono finite nel dimenticatoio. 

Vediamone cinque.

OMBRELLINI DA SCARPE

Primi nelle classica delle idee più bizzarre appartengono a quella famiglia di cose che l’inventore giapponese Kenij Kawakami chiamerebbe Chindogu ovvero le cose bizzarre e inutili.

Inventati nella prima metà del ‘900 gli ombrellini da scarpe appartengono di diritto alle invenzioni  bizzarre.

IL SIGAOMBRELLO

Chi è che ha sempre desiderato avere un ombrello da poter sfoggiare nelle giornate più piovose? Ebbene qui non si parla di ombrelli per coprire il capo ma di un mino ombrellino incastrato in un’asta di ferro dove a sua volta veniva inserita una sigaretta.

Un’ottima idea per poter continuare a fumare anche nelle più burrascose giornate!

OCCHIALI PERISCOPICI

Forse invenzione strana si, ma forse non tanto inutile.

Quante volte ci siamo stressati a leggere in millemila posizioni diverse il nostro libro preferito a letto?

Tramite delle particolari lenti che sfruttano la prospettiva dell’immagine gli occhiali periscopici sono perfetti per prevenire il mal di collo ed eventuali problemi alla vista.

Continuiamo la nostra top 5 delle invenzioni strane

TROLLEY A MOTORE

Robert Plath, il buon inventore del trolley che tutti noi possediamo, è stato rimpiazzato.

In Cina nasce un’idea bizzarra: il trolley a motore. Nasce per permettere alle persone che viaggiano una maggiore comodità. Salendo in sella al proprio trolley il peso del trascinare la valigia non sarà più un problema.

BIKINI CHE TI AVVERTE SE TI STAI SCOTTANDO

Ultimo gioiello hi-tech è un bikini molto speciale: l’imprenditrice Marie Spirali ha inventato, infatti, un costume con particolari sensori per i raggi UV. Dal momento in cui il tessuto percepisce un aumento della temperatura, invia un allert allo smartphone avvisandoci che il sole sta per rovinare la nostra pelle.

Oscar Wilde diceva che “nulla è più necessario del superfluo” e forse è proprio questo il caso.

Voi cosa ne pensate?