Seguici e condividi:

Eroica Fenice

ViviAMO la Piazza “abbasc” al Kesté

ViviAMO la piazza” è un evento che ha come obiettivo la riqualificazione di una delle più antiche piazze del Centro storico di Napoli: Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli, a due passi da Via Mezzocannone e da un paio di sedi dell’università Federico II di Napoli. Già il 19 dicembre, in questa stessa piazza e con un’iniziativa simile e complementare, sono stati sistemati addobbi e illuminazioni nel pieno spirito natalizio. Per sabato 9 gennaio, invece, dalle ore 18, è stato organizzato un live painting corale, che prevederà l’abbellimento e la “colorazione” di tutta la cancellata della cappella della Pappagoda. In base all’aiuto offerto, sarà richiesta collaborazione per la pulizia dell’intera piazza. Nella stessa pagina dell’evento è anche possibile scegliere di finanziare economicamente l’iniziativa, attraverso pagamento paypal.

Maurizio Capone fuori al Kesté per l’evento

Alle 22.30, Maurizio Capone e Il Rosso offriranno un personalissimo “D-Junk” set nel locale Kesté, al civico 26 e 27 del Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli: basterà una sottoscrizione di 5 euro nella quale è compreso il tesseramento e una consumazione. Urban dance, etno techno, tribal house: un mix che dà vita alla junk music e che permette di intuire chi sia Maurizio Capone, cantante, ma anche leader della band Capone & BungtBangt, assieme agli altri tre componenti e artisti. Certamente è una musica inaspettata e inusuale, nata dal desiderio di unire note e riciclo creativo per dar vita a una forma d’arte unica nel suo genere. La band, durante i propri concerti, utilizza strumenti che hanno la caratteristica di aver avuto un’origine comune: l’essere stati oggetti d’uso quotidiano o domestico. Secondo tale criterio, durante i loro concerti sfoggiano strumenti quali la scopa elettrica, lo steel drum e i bongattoli, armonizzati dall’impiego del computer e dalla sfumatura tutta elettronica. È grazie a questi “oggetti” straordinari che hanno inciso canzoni come ‘o Boss, Core, ‘o Sang è Sang, Around The World, Lisca di Pesce, Uaiò e Tu Come Lo Fai.

Insomma, se l’evento vi ha un minimo incuriositi, vale la pena andare a dare un’occhiata e magari anche una mano, perché non solo la piazza, ma tutta la nostra città ve ne sarà grata.