Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Teatro Augusteo, presentata la nuova stagione teatrale

Teatro Augusteo, presentata la nuova stagione teatrale

Il Teatro Augusteo compie 25 anni

Sono passati 25 anni da quando il teatro Augusteo è stato riaperto. Adibito per anni a cinema, nel corso del tempo ha visto esibirsi cantanti e attori di fama nazionale: sono passati da queste parti Bruce Springsteen e Pino Daniele tra gli altri; tanti attori locali hanno cominciato poi la loro carriera qui, un punto di riferimento per la scena teatrale partenopea, situato nel cuore nevralgico della città, nella piazzetta Duca d’Aosta di Via Toledo.

Il Teatro Augusteo festeggia così i primi 25 anni dalla riapertura: con un cartellone che tenta di soddisfare ogni tipologia di pubblico. Si passa dai musical alla prosa, senza tralasciare la tradizione napoletana; numerosi, come da tradizione, i concerti: certa è la presenza di Giovanni Allevi e Cristiano De Andrè; non con un concerto bensì con un musical contribuirà invece Elio. Il fondatore de Le storie tese riadatterà, dal 26 gennaio al 4 febbraio, Monty Pithon e il sacro Graal. Il film vincitore di 3 Tony Award rivivrà in Spamalot: parodia del ciclo di Re Artù, è una commedia a cavallo tra tecniche classiche e riferimenti culturali.

Teatro Augusteo, al via la nuova stagione teatrale

Quest’anno la stagione teatrale parte il 24 settembre. Saranno Gianni Ferreri ed Anna Falchi ad inaugurare l’anno teatrale. La banda degli onesti è una rivisitazione di Mario Scarpetta dell’omonima pellicola di Totò a metà tra tradizione ed innovazione. “La cosa più difficile è stata doversi dimenticare del principe della risata” affermò Scarpetta, pronipote di Eduardo De Filippo.

Nel solco di stampo partenopeo tracciato da La Banda degli Onesti, Lello Arena sarà presente in scena con ben due spettacoli. L’ex membro della Smorfia indosserà le vesti di attore principale e regista, rispettivamente in Parenti Serpenti e No grazie il caffè mi rende nervoso 2, entrambe ispirate a celeberrimi film di maestri come Monicelli e Troisi. Quest’ultima più che una rivisitazione è un vero e proprio sequel, dal finale tutto da scoprire. Salirà poi sul palco, fra gli altri, l’acclamato Paolo Caiazzo.

Il cinema è poi nuovamente protagonista del programma con due spettacoli di derivazione che più diversa non si potrebbe. Se Il sorpasso è stato apprezzato da generazioni intere, Dirty Dancing invece è stato idolatrato da una sola nidiata di adolescenti e giovani, quelli cresciuti negli anni ottanta. Giuseppe Zeno, Cristiana Vaccaro e Luca Di Giovanni sono protagonisti della rivisitazione della pellicola di Dino Risi. L’intramontabile storia d’amore tra Baby e Johnny sarà invece diretta da Federico Bellone.

Lello Arena e Sal Da Vinci presenti nella sala foyer del Teatro Augusteo

Altro protagonista dell’anno venturo all’Augusteo sarà senz’altro Sal Da Vinci, presente anch’egli con ben due spettacoli. Peter Pan è un’opera che ha fatto sognare tutti, adulti o bambini che fossero. E se c’è qualcuno che in Italia ha interpretato alla perfezione il messaggio di James Matthew Barrie quello è senz’altro Edoardo Bennato. Il cantautore di Bagnoli è infatti l’autore della colonna sonora dello spettacolo con alcuni fra i suoi brani più celebri, fra cui L’Isola che non c’è e Il rock di Capitan Uncino. Peter Pan andrà in scena a marzo, dal 16 al 25, con la regia di Maurizio Colombi.

Sal Da Vinci salirà però prima sul palco dell’Augusteo con uno degli spettacoli più attesi. Dal 21 dicembre al 7 gennaio sarà infatti la volta di Italiano di Napoli, un successo strepitoso che vede la partecipazione tra gli altri di Alessandro Siani. Una riflessione sulla nostra identità di essere napoletani, italiani, di cittadini della “Repubblica dei sentimenti”.

Concerti, prosa e tradizione napoletana rivivono al Teatro Augusteo

Non solo uomini però sul palco dell’Augusteo. Le quote rosa del palinsesto sono infatti davvero importanti e tra le più attese della stagione. Una tetralogia ideale che in ordine cronologico prevede la partecipazione di Virginia Raffaele, Serena Autieri, Claudia Cardinale, Veronica Pivetti. Donne di età e generazioni differenti, che senz’altro faranno la voce grossa sul palcoscenico dell’Augusteo.

Notevole è poi il novero degli artisti che non hanno una data prefissata. Non tanto per la quantità, quanto per la quantità. Se di Giovanni Allevi si è già detto, grande è l’attesa per Teo Teocoli ed Erri De Luca. Certamente tra gli ospiti più attesi.

Il Teatro Augusteo compie così 25 anni. Un compleanno, un anniversario, che merita di essere celebrato, per quello che è diventato un punto di riferimento per la città di Napoli e non solo. Con l’augurio che siano solo le prime di tante nozze d’argento a venire.